In un ambiente chiuso si possono verificare forme di inquinamento nocivo alla salute, a causa di sostanze rilasciate dagli impianti, dall'arredamento, dalle vernici, dai prodotti per la pulizia, dagli abiti, persino dagli zainetti degli studenti a scuola.


La qualità degli ambienti indoor e la presenza di sostanze inquinanti al loro interno sono infatti oggetto di una attenzione crescente. Si è dimostrato che in media trascorriamo il 90% del nostro tempo all'interno degli edifici. Il giusto equilibrio tra comfort acustico, termico e visivo ed una buona qualità dell'aria migliorano la produttività nei luoghi di lavoro e i risultati nell'apprendimento.


I parametri misurati, nella versione prototipale di HALADIN's realizzata per l'indoor, sono VOC (Volatile Organic Compounds, Composti Organici Volatili) e Formaldeide (CH2O): attraverso tre led colorati (verde, giallo, rosso) viene fornita una indicazione cromatica della qualità ambientale: verde quando l'aria dell'ambiente è pulita, giallo per livelli di attenzione e rosso in caso di valori sopra i livelli di allarme. I livelli sono configurabili dal software.


Lo strumento permette inoltre di rilevare altri parametri fisici micro-climatici quali temperatura, umidità e luminosità.


Esiste naturalmente già da tempo la possibilità di rilevare gli inquinanti indoor, utilizzando modalità di analisi più complesse e più precise, quali quelle sviluppate dal laboratorio mobile di ARPA Piemonte. Tuttavia la stazione HALADIN's indoor può essere utilizzata, in modo esteso e permanente, negli ambienti chiusi per fornire un primo screening ad ampio raggio sulla qualità dei luoghi in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, fornendo, nei casi di allarme, la possibilità di attivare un approfondimento analitico, e raccogliendo in parallelo una serie di dati che possono costituire la base per un patrimonio informativo di riferimento utile per migliorare la qualità degli ambienti in cui viviamo.

 

Il primo prototipo di HALADIN's è stato sperimentato presso la Biblioteca "Primo Levi" di Torino.